Statuto

ASSOCIAZIONE TICINESE FAMIGLIE AFFIDATARIE

Art. 1 Denominazione

Con la denominazione Associazione Ticinese Famiglie Affidatarie, (ATFA) si è costituita a Locarno una associazione ai sensi degli articoli 60 e seguenti del codice civile svizzero.

Art. 2 Scopo

L’Associazione Ticinese Famiglie Affidatarie (ATFA) è aconfessionale e apartitica e non ha fini di lucro. Essa ha gli scopi di promuovere l’affidamento familiare e di assicurare una migliore difesa degli interessi del bambino affidato, ottenere che alcuni diritti fondamentali siano concessi alle famiglie affidatarie, organizzare un servizio di scambio d’aiuto fra famiglie affidatarie, sostenere i nuovi genitori affidatari nel loro compito, informare il pubblico in merito alla sua attività.

Art. 3 Sede 

L’Associazione ha la sua sede presso il proprio segretariato.

Art. 4 Membri

Possono diventare membri dell’Associazione tutti coloro che si interessano ai problemi dell’affidamento di bambini presso famiglie e pagano la quota sociale annuale. La qualità di membro si perde per mancato pagamento della tassa, per dimissione scritta al comitato e per esclusione.

Art. 5 Ammissione

Per diventare membri dell’associazione occorre inoltrare domanda scritta al comitato. Il comitato può rifiutare l’ammissione senza dover precisare i motivi.

Art. 6 Responsabilità

I membri non sono responsabili di fronte a terzi degli impegni dell’Associazione che sono garantiti unicamente dal patrimonio di quest’ultima.

Art. 7 Dimissioni

Tutti i membri hanno la facoltà di dimettersi per la fine di ogni anno sociale. Le dimissioni devono essere comunicate per iscritto al Comitato, con almeno un mese di anticipo.

Art. 8 Esclusione

L’esclusione dei membri è decisa dal Comitato con possibilità di ricorso all’Assemblea.

Art. 9 Fondi

L’Associazione è finanziata:

a) dalle quote sociali annue dei membri stabilite dall’Assemblea;
b) dal ricavo di manifestazioni, vendite ed attività comuni;
c) dai sussidi comunali, cantonali e federali;
d) da doni, contributi e legati.

Art. 10 Destinazione

I fondi servono a coprire le spese assunte dall’Associazione nello spirito del presente statuto.

Art. 11 Organi

Gli organi dell’associazione sono:

a) l’assemblea
b) il comitato
c) i revisori dei conti

Art. 12 Assemblea:

L’Associazione si riunisce in assemblea una volta all’anno. L’Associazione si riunisce in assemblea straordinaria tutte le volte che il comitato ne giudica necessaria la convocazione per il buon funzionamento dell’Associazione o quando 1/5 dei membri lo richiede.

Art. 13 Competenze

L’Assemblea è l’organo supremo dell’Associazione.

Le sue competenze sono:

a) deliberare sul rapporto annuale del comitato verificandone la gestione;
b) approvare i conti d’esercizio ed il bilancio;
c) approvare il preventivo;
d) stabilire le quote sociali annue;
e) nominare i membri del comitato ed il presidente;
f) nominare i revisori dei conti;
g) decidere sui ricorsi dei soci espulsi;
h) adottare e modificare gli statuti;
i) scogliere l’Associazione.

L’Assemblea deve essere convocata, mediante avviso scritto e ordine del giorno, con almeno 15 giorni di anticipo. La modifica dell’ordine del giorno può essere chiesta seduta stante, se motivata. Le decisioni devono essere prese a maggioranza dei votanti, salvo diversa disposizione del presente statuto.

Art. 14 Composizione e delibere

L’assemblea è composta da tutti i membri dell’Associazione che hanno pagato la quota sociale. Ogni membro presente all’Assemblea ha diritto ad un voto. L’assemblea può deliberare, qualunque sia il numero dei presenti.

Art. 15 Comitato

Il comitato si compone di 3, 5 o 7 membri. Il comitato ed il suo presidente sono eletti per un periodo di 3 anni. Si riunisce regolarmente, secondo necessità, convocato dal presidente o dietro richiesta di uno dei membri.

Art. 16 Competenze

Il comitato ha le seguenti competenze:

a) amministra l’Associazione;
b) prende tutte le iniziative utili alla realizzazione degli scopi dell’Associazione (art. 2);
c) convoca l’assemblea ordinaria e straordinaria;
d) esegue le decisioni prese dall’Assemblea;
e) nomina il vicepresidente;
f) assume il personale;
g) decide sulle domande dei ammissione di nuovi membri e prende atto delle dimissioni;
h) decide in merito all’eventuale esclusione dei membri.

Art. 17 Revisori dei conti

I revisori dei conti, in numero di due, eletti dall’Assemblea e rieleggibili, devono essere scelti al di fuori del comitato. Essi presentano un rapporto scritto all’ assemblea ordinaria.

Art. 18 Rappresentanza

L’Associazione è vincolata di fronte a terzi dalla firma individuale del presidente o del vicepresidente.

Art. 19 Modifica statutaria

In caso di modifiche statutarie l’assemblea deve essere convocata con un preavviso di 30 giorni.

Le modifiche devono essere decise a maggioranza assoluta dei presenti. Le modifiche statutarie devono essere allegate alla convocazione.

Nella convocazione dell’assemblea deve essere espressamente citato il contenuto del cpv. 1 del presente articolo.

Art. 20 Scioglimento

Lo scioglimento dell’Associazione potrà essere deciso solo da una Assemlbea generale, convocata espressamente a questo scopo, con un preavviso di 30 giorni.

La decisione deve essere presa a maggioranza assoluta dei presenti.

Art. 21 Destinazione dei fondi

In caso di scioglimento dell’Associazione i fondi disponibili andranno a favore della SPA (Pflegekinder-Aktion Schwiez) ai sensi dell’art. 27 degli statuti di quest’ultima*.

Art. 22

Per tutto quanto non previsto nei presenti statuti valgono gli art. 60 e seguenti del CCS.

Approvato il 4 giugno 1981

*Modifica statutaria del 1° giugno 1983, 18 maggio 1995, (rettifica in seguito alle modifiche statutarie della SPA, 16 maggio 2001).

Statuto ATFA